loader image
Connettiti con noi

Ciao, cosa stai cercando?

TechJournal – Il Blog Italiano su Apple, Tech, Gaming e SmartHomeTechJournal – Il Blog Italiano su Apple, Tech, Gaming e SmartHome

Intelligenza Artificiale

Google mostra in anteprima Bard, la sua nuova intelligenza artificiale

L’intelligenza artificiale è una delle tecnologie più promettenti del nostro tempo e ha il potenziale per trasformare molti aspetti della nostra vita quotidiana. Google, una delle aziende leader nel campo dell’IA, ha recentemente annunciato il lancio di Bard e Sparrow, due nuove soluzioni di intelligenza artificiale.

Bard, in particolare, è un assistente virtuale che sarà integrato in tutti i servizi Google, tra cui Gmail, Google Calendars, Google Drive e Google Meet. Grazie alle sue funzionalità avanzate, Bard promette di semplificare e migliorare notevolmente la produttività degli utenti.

Ad esempio, con Bard, gli utenti di Gmail potranno scrivere email professionali partendo da poche parole e in qualsiasi lingua, compresa l’italiano, e persino correggere gli errori di ortografia e grammatica. Inoltre, Bard può generare testi lunghi e complessi, compilare automaticamente celle e calcoli in Fogli e creare presentazioni interattive e dinamiche in Presentazioni.

Ma le funzionalità di Bard non si limitano solo a questo. Bard può generare immagini da una frase e prendere appunti durante le riunioni in Meet. Inoltre, imparerà dalle abitudini di scrittura degli utenti e si adatterà al loro stile di scrittura.

Attualmente, Bard è ancora in fase di test da un gruppo ristretto di utenti, ma entro la fine dell’anno sarà disponibile per tutti. Tuttavia, la concorrenza nel campo dell’IA è accesa e Microsoft sta lavorando duramente per offrire le sue soluzioni di intelligenza artificiale. Si prevede che Microsoft presenterà qualcosa di simile a Bard al suo evento sull’intelligenza artificiale, ma Google sembra avere un vantaggio in termini di data di rilascio.

In sintesi, Bard e Sparrow di Google sono due nuove soluzioni di intelligenza artificiale che promettono di semplificare e migliorare notevolmente la produttività degli utenti. Con le sue funzionalità avanzate e la sua capacità di adattarsi al nostro stile di scrittura, Bard potrebbe cambiare il modo in cui lavoriamo e comunichiamo.

Scritto da

Andrea è uno sviluppatore PHP classe 1990. Appassionato di tecnologia fin da bambino, si evolve nel tempo come programmatore. "Amo la tecnologia, è il mio lavoro, il mio pane quotidiano, sono appassionato dei prodotti Apple e di tutto ciò che ruota attorno all'ecosistema"

Commenti
'; }