loader image

Hi, what are you looking for?

TechJournal – Il Blog Italiano su Apple, Tech, Gaming e SmartHome

Apple

Apple lancia il “Self Service Repair Shop” – Per riparare in autonomia prodotti Apple

Se ne è sentito parlare per giorni, la Comunità Europea, vuole obbligare i produttori a rendere riparabili in autonomia i loro dispositivi, rendendo disponibili parti di ricambio originali e manuali.

Ovviamente si parla ancora di rumors, non c’è ancora una legge che spinge a farlo, ma Apple guarda avanti e rende disponibili da ora i manuali di riparazione e attrezzature che ad oggi erano disponibili soltanto per gli Apple Store e i riparatori certificati Apple.

Sin da ora è possibile dunque accedere al sito selfservicerepair.com per scaricare manuali ed acquistare ricambi originali Apple.

Il processo di acquisto però non è semplice come per altri ecommerce, si dovrà infatti fornire il codice seriale del dispositivo da riparare, così che venga controllato da Apple e l’ID del manuale da cui viene preso il codice della parte di ricambio, così che si possa esser certi che chi sta acquistando sappia sia cosa sta facendo e che la parte sia al 100% compatibile con il dispositivo.

Rendendo questo processo sicuro al 100%, Apple si protegge sia dagli acquisti in massa volti alla rivendita in canali non ufficiali, sia dal danneggiamento dei dispositivi ad opera di tecnici poco esperti.

La disponibilità di parti è relegata agli ultimi modelli, abbiamo dunque a disposizione iPhone 12 (tutti i modelli), iPhone 13 (tutti i modelli) ed iPhone SE 3. Non ci sono tracce per ora di iPad, Mac, Watch etc.

Nello Store non sono presenti soltanto ricambi, Apple mette a disposizione anche i tool e le attrezzature in uso negli Apple Store, il Kit infatti comprende componenti di alta qualità utili alla riparazioni con accessori dal costo di centinaia di dollari, tutti riposti in due valigette con ruote.

Il kit comprende infatti macchinari per la sostituzione di schermi, batteria, holder per tenere fermo il dispositivo e tutti gli attrezzi per viti, collanti ecc.

Al momento non c’è possibilità di acquistarlo, ma soltanto noleggiare al costo di 49$ a settimana, prezzo esiguo tutto sommato per la quantità di oggetti all’interno. Ogni valigetta ha accessori ad hoc per uno specifico modello.

Di seguito un esempio dei componenti inseriti nella valigetta di iPhone 13 Pro Max.

  • Case 1
  • 661-17619 – Heated Display Removal Fixture
  • 661-22310 – Heated Display Pocket
  • Case 2
  • 923-02657 – Battery Press
  • 661-08916 – Display Press
  • 923-06597 – 6.7-inch Repair Tray
  • 923-01092 – Adhesive Cutter
  • 922-5065 – Nylon Probe (Black Stick)
  • 923-06601 – Display Adhesive Press Plate
  • 923-04880 – Display Protective Cover
  • 923-06622 – Back Protective Cover
  • 923-0248 – Black Torque Driver Kit
  • 923-00738 – Gray Torque Driver
  • 923-00105 – Green Torque Driver
  • 923-0448 – Blue Torque Driver
  • 923-01290 – Micro Stix® Bit
  • 923-02066 – Super screw Bit

Al momento l’acquisto o il noleggio sono disponibili soltanto negli USA, ma a breve Apple aprirà anche al mercato Europeo, che sia la fine, nonostante i prezzi, del mercato ricambi non originale?

Comments

Potrebbe interessarti anche

macOS

Era il 24 Marzo 2001 quando uscì Mac OS X Cheetah, sistema operativo che Apple rilasciò per sostituire l’ormai datato sistema operativo in uso...

Mac

È confermato l’arrivo del nuovo modello di MacBook Pro da 14 pollici con display mini-LED e chip Apple Silicon. Secondo alcune fonti, Apple rilascerà...

Games

Uno dei giochi più iconici degli ultimi tempi, Rocket League, presente su console e PC sta per approdare su iOS e Android. La casa,...

Apple

Disponibile da ieri negli Apple Store, iPhone 13 è di certo il dispositivo più bramato di questo periodo. Anche quest’anno problemi di consegna, ovviamente...